Nozioni sul colore: colorimetro e spettrofotometro

Nozioni sul colore: colorimetro e spettrofotometro

Spettrofotometro o colorimetro?

Quando si sceglie lo strumento da acquistare, è molto importante capire le differenze tra i diversi tipi di strumenti per la misurazione del colore.
Sia il colorimetro che lo spettrofotometro forniscono dati ottenuti durante lo stesso intervallo di lunghezze d’onda nel campo del visibile (400-700 nm), ma ci sono alcune differenze quando si occupano di questi dati.

 

Clicca qui per consultare le schede dei colorimetri proposti

 

Colorimetro

Uno strumento di analisi psicofisica fornisce misurazioni che correlano con la percezione occhio-cervello umano. Dati colorimetrici letti direttamente e fornisce come valori tristimolo (XYZ, L, A, B, ecc.)

Consiste di sensori e processore di dati semplice

Ha una combinazione illuminante e osservatore fissato, di solito C/2°

Isola un ampia banda di lunghezze d’onda usando un filtro di assorbimento tristimolo

E’ generalmente uno strumento robusto e meno complesse di uno spettrofotometro.

Funziona bene per i confronti di routine di colore simili e per la regolazione di piccole differenze di colore in condizioni costanti. Ottimale per il controllo di qualità.

Spettrofotometro

Uno strumento di analisi fisico fornisce la lunghezza d’onda mediante analisi spettrale, la lunghezza d’onda di riflessione e / o trasmittanza della proprietà degli oggetti senza interpretazione di un essere umano. Può indirettamente calcolare informazioni psicofisiche.

Consiste di un processore sensore a più dati o di un computer con software

Ha molte combinazioni illuminante/osservatore disponibili che possono essere utilizzati per il calcolo dei dati tristimolo e indice di metamerismo

Isola una stretta banda di lunghezze d’onda utilizzando un prisma, reticolo, o filtro di interferenza

E’ in genere uno strumento complesso rispetto ad un colorimetro.

Funziona bene per la formulazione del colore, la misura di metarismo e illuminante/osservatore in condizioni variabili. Ottimale sia per controllo di qualità e di ricerca e sviluppo

 

Top