Rilevatori di Radon

Rivelatori di gas radon

Il radon è un gas estremamente pericoloso, se inalato, per la salute umana.
Il principale fattore di rischio del radon è dato dal fatto che accumulandosi all’interno delle abitazioni diventa una delle principali cause di tumore al polmone.

A temperatura e pressione standard il radon è inodore e incolore quindi rilevabile sono tramite apposita strumentazione scientifica adeguata.
Fuoriesce principalmente dal terreno e dai materiali di costruzione di origine vulcanica come il tufo, i graniti e in misura minore dall’acqua, si disperde nell’ambiente e si accumula nei locali chiusi ove diventa pericoloso.

Consulta il catalogo degli strumenti per la misurazione del gas Radon: clicca qui

Si stima che sia la seconda causa di tumore al polmone dopo il fumo di sigaretta…..

La normativa introdotta dal D.L. 241 del 2000 prevede che, entro il 28 febbraio 2004, tutte le attività commerciali debbano valutare la presenza di radiazioni ionizzanti provenienti dal fondo naturale nel luogo di lavoro. La soglia per l’esposizione al Radon negli ambienti di lavoro, è stata fissata in 500 Bequerel per metro cubo.

Normativa

Per le nuove abitazioni i valori raccomandati dalla Comunità europea sono di 200 Bq/m³  mentre per quelle già esistenti è di 400 Bq/m³.
Per gli ambienti di lavoro il livello di riferimento è di 500 Bq/m³.
Molti paesi hanno adottato valori di riferimento più bassi: USA 150 Bq/m³, Regno Unito: 200 Bq/m³, Germania: 250 Bq/m³, Svizzera valore operativo (raccomandato) di 400 Bq/m³.

Prezzi ed ulteriori caratteristiche cliccando qui

 

 

Top